Microonde: il forno che diventa sempre più indispensabile

forno a microondeElettrodomestico che ormai non manca in nessuna cucina, utile per le sue mille funzioni e per la facilità di utilizzo: parliamo del forno a microonde!
La possibilità di cuocere a microonde, arriva nel 1947, quando l’ingegnere Percy Spenser, lavorando con i radar, scoprì che una barretta di cioccolato si sciolse. Essendo, oltre che ingegnere, anche inventore, non mancò molto che provasse intenzionalmente a cuocere dei cibi tramite le microonde. Dopo vari tentativi, nel 1947 fu realizzato il primo forno a microonde pronto per la commercializzazione. Rapportandolo ai modelli odierni, le sue misure ti faranno sorridere: era alto 1,8 m e pesava 340 kg. Immagina un forno a microonde del genere nella tua cucina!
Per fortuna, con gli anni la tecnologia ha fatto passi da gigante, riuscendo ad ottenere prestazioni migliori con dei dispositivi molto piccoli. Proprio il forno a microonde ne è un esempio lampante. In questo portale, cercheremo di fare chiarezza sui vari modelli, sulle varie funzioni e sui prezzi di questo elettrodomestico sempre più indispensabile.

 

Come funziona il microonde

In questo paragrafo cercheremo di spiegare come i cibi si cuociono grazie alle microonde. La spiegazione sarà breve poiché, se dovessimo spiegare tutto alla perfezione rischieremmo di annoiarti. Per sommi capi avviene questo: schiacciando il tasto “start” viene attivato un magnetron che produce le onde radio che consentiranno la cottura del cibo. Le microonde prodotte, vengono immesse all’interno del forno e, attraversando il cibo, fanno muovere molto velocemente le molecole d’acqua contenuta nei cibi. Muovendosi così velocemente, queste molecole si surriscaldano a tal punto da permettere la cottura dei cibi. Una cosa che avrai notato è che il contenitore che contiene il cibo rimane freddo, mentre la pietanza è fumante. Questo avviene proprio perché sono le molecole di acqua a subire gli effetti delle microonde e quindi, tutti quei materiali, come vetro e plastica, che non contengono acqua, rimangono freddi. Va però detto che non tutti i materiali possono essere utilizzati nel forno a microonde: prima di inserire un contenitore nel microonde, verificare che sia adatto. Va assolutamente evitato invece l’alluminio. Infine, la cottura al forno a microonde, proprio grazie ai suoi processi, è molto più rapida rispetto ad un forno tradizionale, facendo risparmiare così tempo ed energia elettrica. Vuoi qualche informazione in più? Allora leggi “Come funzione il microonde?”.

 

Miglior microonde: trova quello adatto a te

Da un punto di vista soggettivo, un miglior microonde non esiste. Le funzioni presenti in un determinato modello, potrebbero andare bene per te, ma non per tuo cugino e viceversa. Quello che consigliamo sempre prima dell’acquisto di un microonde è quello di valutare bene quali siano le proprie esigenze, in modo da non commettere errori acquistando un prodotto che non sfrutteremo appieno. Se poi parliamo da un punto di vista oggettivo, beh, è ovvio che alcuni modelli sono più avanzati e, quindi, migliori. Un modello combinato è sicuramente più avanzato di un modello tradizionale ed è sicuramente migliore in termini di prestazioni. Se però l’unica cosa che fai con un forno microonde è scongelare una fettina di pollo, il forno microonde combinato non è il migliore per te. Sarebbe solo un modo per spendere inutilmente dei soldi. Per saperne di più scopri: il miglior microonde.

Eccoti le migliori offerte selezionate per te.  Approfittane!
Ultimo aggiornamento: 18 ottobre 2017 5:37

 

Quali sono parametri da tenere in considerazione

Anche in questo caso, è un discorso molto soggettivo. Alcuni parametri potrebbero andare bene per te e non per altri. Possiamo però definire delle linee guida che ti indichino la giusta direzione da prendere nell’acquisto di un forno a microonde.
La capienza: scegli quella più adatta alle tue esigenze. Se sei solito preparare teglie infinite di parmigiana, scegli un forno capiente, anche 30 l, e l’unica cosa che potrà fermarti è solo la tua fantasia. Attenzione però se hai poco spazio in cucina. Sei disposto a rinunciare ad una bella porzione di piano d’appoggio per sacrificarla al nuovo microonde? Proprio per ovviare a questo problema, al giorno d’oggi molte cucine sono predisposte per accogliere nel mobile proprio il forno a microonde. Per saperne di più leggi “misure microonde“.
Le funzioni: verifica, prima dell’acquisto, che il forno che hai deciso di comprare, presenta le funzioni che più ti interessano. Se prepari spesso pietanze che necessitano di una cottura al forno, allora opta per un microonde con funzione “cottura ventilata” e funzione grill.

 

 

Microonde: che cosa sono

Le microonde sono delle radiazioni elettromagnetiche. Hanno la caratteristica di generare delle oscillazioni delle particelle quando attraversano un corpo (il cibo nel caso del forno a microonde). Queste oscillazioni producono calore e, nel nostro specifico caso, questo calore permette la cottura dei cibi. Non vogliamo addentrarci più nel particolare, perché non è questo il luogo più adatto e, per parlarne, ci vorrebbero delle competenze che non abbiamo. Diciamo che sapere quello che abbiamo scritto è più che sufficiente per capire poi il funzionamento del forno a microonde.

 

Forno microonde: le tipologie

Grazie alla sua particolarità di cuocere velocemente i cibi, il forno a microonde è diventato un elettrodomestico quasi necessario, soprattutto per chi lavora e non può perdere troppo tempo in cucina. Se prima il forno a microonde si limitava a scaldare i cibi, oggi le preparazioni che è possibile preparare sono infinite, grazie all’aggiunta di funzioni sempre più sofisticate. Pratico e facile da pulire è difficile non trovarlo in una cucina che si rispetti. Vediamo insieme quali sono le tipologie di forno a microonde tra cui è possibile scegliere.

Forno a microonde combinato

È l’ultima generazione dei microonde. Questa particolare tipologia, aggiunge alla rapidità di cottura del forno a microonde, anche la cottura di un forno ventilato e di uno a grill. Avere la possibilità di cuocere sia a microonde, sia in funzione grill che con ventilazione è sicuramente un vantaggio non da poco. Se infatti solitamente si ha da un lato il forno a microonde e dall’altro quello elettrico, in questo caso le due tipologie si fondono per dare vita ad un unico elettrodomestico estremamente versatile. Grazie alle sue caratteristiche si rivela molto utile se cucini spesso al forno. Per scoprirne di più leggi la nostra pagina sul microonde combinato.

Microonde ventilato per una cottura più uniforme

In particolar modo, quando cuoci come se avessi un normale forno, potrai utilizzare la funzione “ventilato” che ti permette una cottura uniforme delle tue pietanze. Il funzionamento, lo suggerisce il nome, avviene tramite una ventola, che distribuisce l’aria calda in maniera, appunto, uniforme.

Forno microonde crisp

In realtà, un microonde crisp, non è altro che un microonde combinato. La Whirpool è stata l’azienda produttrice a brevettare questa funzione ed è l’unica che può utilizzare questa denominazione.

Microonde con grill: cibi sempre croccanti

La funzione grill, come dicevamo, fa parte delle funzioni presenti in un forno a microonde combinato. Azionandola si possono grigliare i cibi e renderli croccanti. Questa funzione è sicuramente quella che ha apportato al forno a microonde una grossa miglioria. Se prima, infatti, cuocere un pollo in un forno a microonde non restituiva un piatto appetibile, oggi, con questa funzione, è possibile ottenere quella crosticina succulenta che rende così prelibate queste pietanze.

Microonde incasso

Parliamo di forni a microonde che possono essere sia semplici che combinati, ma che hanno come vantaggio la possibilità di essere incassati nel tuo mobile. Questa caratteristica ti farà risparmiare spazio, poiché non dovrai occupare una superficie con il microonde. Anche dal punto di vista estetico, grazie al forno a microonde ad incasso, non avrai problemi, in quanto il forno a microonde verrà incastonato perfettamente nella tua cucina. Solitamente viene incassato nella colonna forno, sopra o sotto al forno elettrico.

Microonde 20 litri: la dimensione standard

Un forno a microonde 20 l, che è quello standard, va benissimo per una normale famiglia che utilizza mediamente questo elettrodomestico. Le varianti disponibili sono sempre quelle: semplice e combinato. Questa grandezze è il giusto compromesso tra utilità e spazio.

Forno a microonde piccolo: ideale per chi ha poco spazio

Se hai poco spazio, scegli un modello di forno a microonde piccolo. Potrai comunque preparare velocemente le tue pietanze, ma non dovrai rinunciare ad un bel piano d’appoggio. I forni dalle misure più piccole sono quelli da 13 l. Sono molto utili se si vive da soli o in due o se lo utilizzi raramente per piccole operazioni.

 

Cottura microonde: sempre in evoluzione

In passato, il microonde veniva utilizzato per scaldare i cibi, scongelarli o cucinare qualcosa di molto semplice. Ma come abbiamo visto, i forni a microonde di ultima generazione, con le più svariate funzioni, riescono a preparare pietanze più particolari unendo la velocità della cottura a microonde alle altre funzioni come grill e ventilazione. Le sue caratteristiche, hanno permesso che l’utilizzo del forno a microonde non si fermasse solo alle cucine di casa.

Forno microonde professionale: utilizzati anche nelle cucine dei ristoranti

Le preparazioni che si possono realizzare sono così variegate che l’uso del microonde è stato introdotto anche nelle cucine di molti ristoranti. Se pensate che li usino per scongelare o riscaldare avanzi, vi sbagliate di grosso. Il forno a microonde si fa sempre più strada anche nelle grandi cucine proprio per la sua capacità di cuocere cibi complessi e raffinati. Nella pagina in cui tratteremo in maniera più approfondita l’argomento, cercheremo di spiegarti come utilizzare il forno a microonde, sfruttandone appieno tutte le sue funzioni.

 

Consumo microonde: quanto pesa sulla bolletta

Questo è un argomento caro a tutti: quanto consuma un forno a microonde? Abbiamo già accennato al fatto che, grazie al suo funzionamento, il forno a microonde consente un risparmio in termini di energia elettrica, visto che non va preriscaldato per utilizzarlo.
Anche quando è acceso, il forno a microonde non consuma tantissimo, soprattutto se paragonato ad un normale forno elettrico. Quest’ultimo, infatti, solitamente consuma circa 2000 W, mentre il forno a microonde, anche con il grill in funzione consuma circa 1500 W. I minori tempi di cottura e il minor consumo elettrico, fanno del forno a microonde un campione del risparmio energetico.

 

Le migliori marche: sinonimo di affidabilità

Se sei finalmente convinto di acquistare un forno a microonde e hai scelto anche la tipologia, siamo pronti per darti un ultimo consiglio: affidati a marchi di qualità. Ti chiedi il perché? Quanto sei sicuro che un marchio di dubbia qualità utilizzi i materiali giusti per la costruzione di questi apparecchi? I materiali utilizzati, sono fondamentali, soprattutto quando vengono impiegati per costruire elettrodomestici adibiti alla cottura dei cibi. Materiali non a norma, potrebbero rilasciare nelle pietanza sostanze dannose per il nostro organismo.
Anche se all’apparenza sembra che la questione non ti tocchi, è bene affidarsi ad aziende che svolgono i processi di produzione seguendo le leggi in vigore. Sostanze dannose immesse nell’ambiente e sicurezza sul lavoro, sono solo alcuni aspetti che devono essere sempre garantiti nella società di oggi. Questi valori puoi portarli avanti anche tu, comprando da aziende che seguono queste direttive. Infine tocchiamo il tasto assistenza. Una marca affidabile anche se non italiana, garantisce centri assistenza nel tuo paese. Eccoti un elenco delle migliori marche:

 

Speriamo di averti fornito delle valide ragioni e di aver fugato ogni tuo dubbio. Rimane solo un piccolo particolare. Ne parliamo nel paragrafo sotto.

 

Forno a microonde: prezzi per tutte le tasche

Eccovi giunti alla fine. Dopo questa bella e, speriamo, esaustiva carrellata di informazioni, andiamo a toccare il tasto dolente. Quanto costa un forno a microonde? Dipende. Visto che anche su questo argomento vogliamo darti una mano, cercheremo di mettere insieme tutte le informazioni per darti una risposta completa. Non ci stiamo riferendo ad un modello, ma possiamo vedere quali sono in generale i prezzi dei forni a microonde.
Per un modello semplice, i costi sono davvero molto contenuti. Non bisogna avere troppe pretese da un forno con questo prezzo. Le funzioni sono basilari, ma se sei solito usarlo poco, solo per scaldare qualche pietanza va più che bene.
Più sono le funzioni, più il costo lievita.Spendendo di più puoi aggiudicarti un forno a microonde combinato, con le funzioni che ti permettono di cucinare a grill, ventilato e, ovviamente, a microonde. Se poi il tuo budget non ha limiti, esistono forni a microonde da 300-400 €. È chiaro che forni con questo costo, oltre che essere fatti con materiali di prima scelta e dal design studiato, includono anche molti optional, come la vaporiera, programmi pre-settati e così via.
Speriamo di aver chiarito ogni tuo dubbio. Se sei pronto ad acquistare, ti basterà cliccare sul modello che hai scelto e verrai indirizzato alla pagina del prodotto. In questo modo potrai visionare il prezzo, le recensioni di chi ha già acquistato il prodotto e, se presenti, eventuali offerte. Non ci resta che augurarti buona navigazione.