Pizza al microonde: un esperimento ben riuscito

pizza al microonde

Lo so, lo so, già al solo sentire “pizza al microonde” a molti di voi viene il prurito.
È vero, la vera pizza è quella che, dopo un’attenta lavorazione delle materie prime, e una generosa lievitazione, viene cotta nel forno a legna. Solo  in questo modo si sprigionano i sapori che solo il legno che arde può dare.
È però anche vero che, purtroppo, non tutti possediamo un forno a legna e, comunque, non sempre si dispone di tutto il tempo necessario per preparare una pizza come Dio comanda.

Che ne dici allora di provare insieme a me questo esperimento 😀 ?
magari facciamo così, non lo diciamo a nessuno fintanto che non vediamo, anzi, non assaggiamo il risultato!
Vediamo subito la ricetta!

 

Pizza margherita al microonde

La ricetta che ti propongo è quella della pizza classica, la Margherita, con pomodoro fresco e mozzarella di bufala. Ovviamente a questa ricetta puoi aggiungere gli ingredienti che più ti piacciono 😉 .

Ingredienti per 1 pizza:

  •  150 g di farina 0
  •  10 g di lievito di birra
  • 1 filo di olio E.V.O.
  • 50 g di acqua tiepida
  • 40 g di pomodori pelati
  • 100 g di mozzarella
  • sale

 

Come procedere

Per prima cosa bisogna scaldare l’acqua che dovrà essere tiepida.
Versa la farina in una ciotola e, facendo il classico buco al centro (la fontana), aggiungi il lievito di birra, un pizzico di zucchero e un po’ di acqua tiepida. Impasta questi ingredienti con un po’ di farina, fino ad ottenere un composto liquido e appiccicoso. Lascia riposare per circa 15 minuti, giusto il tempo di riattivare il lievito.
Trascorsi i 15 minuti, aggiungi il sale ma, attenzione, stai attento a non farlo entrare in contatto con il lievito!
Aggiungendo a poco a poco l’acqua tiepida, inizia a lavorare la farina. Quando tutta l’acqua si sarà assorbita, il composto dovrà essere liscio ed uniforme. Non ci resta che farlo lievitare!

 

La lievitazione al microonde o naturale?

Per far si che la tua pagnotta lieviti bene puoi procedere i due modi:

  • metodo classico: il metodo classico prevede l’utilizzo di un canovaccio di cotone cosparso di farina. Le pagnotte vanno adagiate sopra, spolverate anche queste con la farina e coperte prima con il canovaccio di cotone e poi con una coperta. La stanza dovrà essere ben scaldata e le pagnotte non dovranno subire sbalzi di temperatura. Il tempo necessario è di circa 2 ore.
  • lievitazione al microonde: si tratta di un metodo più innovativo che si avvale dei nostri mitici forni a microonde. Il vantaggio è, ovviamente, il minor tempo che le pagnotte impiegano per lievitare.
    Se è vero che questo metodo è più veloce, è anche vero che è più rischioso. Basta un attimo per rovinare il nostro impasto. Il microonde deve essere impostato a 90 Watt, ovvero la temperatura più bassa, e vanno calcolati 2 minuti per ogni 100 g di impasto. Per evitare che l’impasto non si secchi, basta coprirlo con della pellicola.

 

Il microonde: qual è quello più adatto?

Ci sono diversi microonde che si fregiano della funzione “pizza”. Alcuni esempi? Lo Sharp R642INW e lo  Sharp R843INW . Quest’ultimo è dotato anche dell’apposito piatto per consentire all’impasto di cuocersi uniformemente.

Ma il vero ed inimitabile forno fatto ad hoc per gli amanti della pizza è il Whirlpool. La Whirlpool è l’azienda che ha brevettato la funzione Crisp, ovvero quella funzione che si avvale dell’apposito piatto che, diventando incandescente, permette all’impasto di cuocersi perfettamente.
Whirlpool gusto gt283/sl, Whirlpool Gusto GT288/SL, Whirlpool MCP345SL, sono solo alcuni dei modelli che presentano questa funzione.

 

E adesso farciamo e…In forno!

Adesso che le nostre pagnotte sono ben lievitate, non ci resta che preparare le nostre pizze. Teoricamente la pizza non va stesa con il mattarello ma rigorosamente a mano. Ma visto che non sei a Masterchef, fai come ti viene meglio, l’importante è che sia buona 😀 ! Ottenuto il disco, adagialo sul piatto crisp, farcisci con il pomodoro fresco e la mozzarella di bufala. La cottura dura circa 13 minuti.
Una volta pronta, guarnisci la tua pizza al microonde con un filo di olio extravergine di oliva e un ciuffo di basilico. Buon appetito!

Saremmo felici di leggere la tua opinione!

Lascia un commento