Pane al microonde

Pane-al-microonde

Cuocere il pane a microonde??? Ma davvero è una cosa che si può fare? Ebbene si!
Se sei un amante del carboidrato a tutti i costi e in tutte le salse, fermati un attimo e leggi.
Si tratta di un esperimento ben riuscito, estremamente veloce da preparare e dal gusto niente male.
In realtà mi si è aperto un modo e questo è solo il primo di una lunga serie di esperimenti. Credo che a breve verranno panini al latte, al cioccolato, alla frutta secca e tutto quello che la fantasia potrà suggerirmi.
Prima di darti però la ricetta, eccoti alcuni consigli pratici per cuocere il pane al microonde 🙂 .

 

Pane, microonde e il sign. Maillar

Sai cos’è che rende tanto buono il pane? La crosticina, così fragrante e profumata. C’è chi la adora ma sono tanti anche coloro che adorano la mollica, la parte più interna e morbida.
Qualunque sia la tua preferenza, devi sapere che il sapore così buono del pane è dovuto soprattutto alla reazione di Maillard (che prende il nome dal suo scopritore).
La reazione di Maillard è una reazione molto complicata che avviene tra gli zuccheri e le proteine durante la cottura.
Addentrarci nello studio della reazione sarebbe un percorso abbastanza complesso e lungo. Ci basti sapere che questa reazione è proprio la responsabile della crosta del pane, caratterizzata dal suo bel colore caramello scuro. La crosta del pane farà sì che i liquidi non fuoriescano completamente, ed ecco perché l’interno del pane resta morbido.

La reazione di Maillard avviene se e solo se è presente una fonte di calore diretta che emana il calore per irraggiamento (grill, fuoco, brace). È, invece, completamente assente nella lessatura, nella cottura al vapore e con cottura tramite microonde. Ma perché?

Esponendo una pietanza alle microonde non si fa altro che andare ad eccitare le molecole di acqua che, muovendosi molto velocemente, produrranno calore. Per ottenere la tanto amata reazione è, allora, necessario dotarsi di un forno a microonde che abbia la funzione grill.

La ricetta

Per la ricetta del pane a microonde ho utilizzato quella di Martolina in Cucina che prevede:

  • 100 g di farina 00
  • 200 g di farina integrale
  • 100 g di farina di mais sottile (fioretto)
  • 150 ml di latte
  • 100 ml di acqua
  • 1 bustina di lievito istantaneo per torte salate (in alternativa 1 cubetto di lievito di birra)
  • 1 cucchiaino di sale

Ecco il procedimento:
Setacciare le farine e creare la classica fontana al centro.
Metti al centro della fontana il lievito, aggiungi 1/2 cucchiaio di zucchero e un 2 cc di acqua tiepida. Impasta un po’ fino ad ottenere un impasto fatto di lievito, zucchero e un po’ di farina. Lasciare riposare per circa 15-20 minuti, giusto il tempo di far attivare il lievito.
Non dimenticarti del sale! Ti consiglio di metterlo sul fianco della fontana in modo che non entri in contatto con il lievito.
Nel frattempo metti a scaldare l’acqua e il latte (io li ho scaldati insieme).
Quando il lievito di sarà attivato, inizia ad impastare, aggiungendo a poco a poco l’acqua e il latte.
Quando tutta l’acqua si sarà assorbita e l’impasto avrà una consistenza liscia ed omogenea, puoi metterlo a lievitare.
Personalmente faccio fare ai miei lievitati sempre due lievitazioni, ma se il tempo scarseggia, puoi mettere direttamente a lievitare l’impasto già porzionato in 6 pagnotte.
Quando queste avranno raddoppiato il loro volume, sono pronte per essere cotte.
La funzione da impostare con il microonde sarà quella crisp, per cui vi è anche l’apposito piatto.
Il tempo necessario è di circa 6-7 minuti.

Ovviamente il pane così ottenuto non si può paragonare al pane del panificio, ma è siuramente una valida alternativa al pane confezionato 🙂 .

Saremmo felici di leggere la tua opinione!

Lascia un commento