Forno elettrico e microonde: prestazioni a confronto

Forno elettrico e microonde prestazioni

Sempre più spesso il forno elettrico viene sostituito dal forno a microonde. Questa tendenza è dovuta a diversi fattori: consumi, comodità e tempo.
Quello che si chiedono in molti è se il forno a microonde è in grado di restituirci lo stesso risultato di un forno elettrico.
La risposta dipende molto dal tipo di forno a microonde.
Cerchiamo di capire se un forno a microonde può sostituire in tutto e per tutto il classico forno elettrico.

 

Il tipo di cottura

La principale differenza tra il fono elettrico e il forno a microonde è, ovviamente, il tipo di cottura.
Il tradizionale forno elettrico funziona grazie a delle resistenze poste sia alla base che nella parte superiore del vano cottura.
Queste resistenze scaldano l’aria presente nel vano cottura che per convenzione.
In pratica l’aria calda entra in contatto con un corpo che ha una temperatura inferiore a quella dell’aria e, per il secondo principio della termodinamica, l’aria calda veicola la sua energia sul corpo più freddo, ovvero il cibo.
Questo è il funzionamento di un classico forno elettrico statico.
Quando si tratta di un forno ventilato, l’aria all’interno del vano cottura viene forzata, ovvero, fatta circolare più in fretta.
Sia che sia statico, sia che sia ventilato, il forno elettrico permette la reazione di Maillard, che è una complessa reazione chimica che permette la formazione della crosticina sulle carni o sul pane che tanto ci piace.

Il forno a microonde è molto diverso.
Accendendo un forno a microonde si attiva un magnetron che produce, appunto,le microonde.
Queste vengono immesse nel vano cottura attraverso i fori che possiamo notare sul lati della cavità.
Le microonde, di per se, non producono calore, tant’è che sia l’aria, sia i contenitori o i piatti, non si riscaldano.
Quello che avviene è una reazione tra le microonde e le molecole di acqua contenute nelle pietanze che, eccitandosi, producono calore. Sarà questo il calore responsabile della cottura della pietanza stessa.

 

La differenza

Con i moti convettivi che si vengono a creare all’interno del forno elettrico, la superficie delle pietanza viene disidratata. Un ambiente secco e le alte temperature fanno si che le pietanza vengano dorate, conferendogli il caratteristico odore e sapore dei prodotti da forno.
All’interno del microonde non si creano moti convettivi. È la stessa pietanza che si cuoce da sè, se così si può dire.
La carne cotta con le sole microonde non si dora, visto che viene quasi lessata e sta proprio qui la differenza.
Un forno dotato della sola cottura a microonde non potrà mai restituire gli stessi risultati di un tradizionale forno elettrico.

 

I moderni forni a microonde

Per ovviare a questo problema i forni a microonde sono stati dotati di grill e cottura ventilata.
Aziende come Whirlpool ed LG hanno creato delle linee con forni a microonde super perforanti. Basta dare un’occhiata ai modelli della line Supreme Chef o Chef Plus.
Il vantaggio è quello che ormai tutti conosciamo, ovvero, tempi praticamente dimezzati e un risparmio energetico davvero niente male.

Basti pensare che per cuocere una torta con un forno elettrico ci vogliono circa 20-30 minuti (escludendo il pre-riscaldamento), mentre con un forno a microonde ne bastano appena 10.
Quindi la risposta alla domanda è sì, i moderni forni a microonde possono cuocere le pietanze come un normale forno elettrico, in minor tempo e facendoti risparmiare energia.

 

Saremmo felici di leggere la tua opinione!

Lascia un commento