Carne al microonde: un risultato perfetto in poco tempo

carne al microonde

Il microonde è ormai un must-have. Sono rare le cucine sprovviste di questo fantastico elettrodomestico che ti permette di cuocere, scaldare e congelare in pochissimi minuti.
Se prima il suo uso era molto limitato, oggigiorno sono stati pensati interi ricettari, con piatti fantasiosi e, soprattutto gustosissimi.
Se sei un amante della carne, anche in questo caso puoi dare libero sfogo alla tua fantasia: polpette, arrosti, e scaloppine sono solo alcuni esempi.
Curioso di vedere come preparare al microonde? Ecco tutti i trucchi per utilizzare al meglio quest prezioso strumento in cucina.

La carne al microonde? Eccoti alcuni suggerimenti

Per ottenere il meglio da questo tipo di cottura vi sono alcuni accorgimenti da tenere in considerazione.

Innanzitutto, quale tipo di carne vuoi cuocere?

Se vuoi preparare della salsiccia, è bene bucherellare il budello.
Di tanto in tanto è opportuno girare la carne, così da ottenere una cottura omogenea.
Se poi la carne è stata appena scongelata tramite il microonde, allora assicurati che sia ben cotta.
Attenzione a non far seccare la carne, ma neanche a renderla un bollito. Onde evitare disastri è bene scegliere il programma più adatto alla ricetta che vuoi utilizzare.
Sicuramente nel libretto di istruzioni troverai tutte le istruzioni necessarie che riguardano il tempo e la potenza da adoperare.

 

Quali funzioni utilizzare?

Se hai avuto modo di vedere un moderno forno a microonde, avrai notato come questo sia ricco di funzioni. Soprattutto i top di gamma sono dotati di una moltitudine di programmi di cottura che impostano automaticamente tempo, potenza e funzione. Ma a quali funzioni ci si riferisce? Grill, microonde e cottura ventilata.
Queste tre funzioni possono essere utilizzate singolarmente o combinate tra loro per ottenere un risultato piuttosto che un altro. In generale tutto dipende dal risultato che vogliamo ottenere. Se, ad esempio, vuoi ottenere un piatto umido, è bene cuocere la carne in un apposito contenitore con coperchio, così che i liquidi formatisi non evaporino.
La funzione crisp è quella che più si presta per realizzare bistecche o cotolette. In questo caso ci si deve avvalere dell’apposito piatto crisp che viene solitamente fornito insieme al microonde. Questo, diventando incandescente, andrà a “sigillare” la superficie della bistecca dorandola alla perfezione e, al contempo, mantenendo tutti i succhi della carne all’interno.

 

I tempi di cottura

Molto importanti sono i tempi di cottura. Questi, ovviamente, dipendono dal taglio della carne e dalla ricetta che vuoi preparare. Per l’arrosto, ad esempio, è consigliabile utilizzare un piatto per raccogliere i succhi che si formano durate la cottura. Il tempo necessario è di circa 50 minuti. Per ottenere una cottura uniforme, a metà cottura ricordati di girare l’arrosto.
Se, invece, preferisci la bistecca, ti basterà condire le fette con origano e olio e farle cuocere circa 5 minuti per ogni lato. Ovviamente, se la carne e fresca e volete ottenere una cottura al sangue o ben cotta, bisognerà semplicemente aumentare o ridurre i tempi.
Per le polpette, invece, è consigliabile cuocerle in mezzo ad un sughetto, che manterrà le polpette umide.

Saremmo felici di leggere la tua opinione!

Lascia un commento